La Stablecoin di Acala è scesa del 99% dopo che i truffatori hanno distribuito 1,3 miliardi di gettoni

La valuta virtuale nativa di Acala, aUSD, è crollata domenica, con un calo del 99% dopo che i truffatori hanno prodotto 1,28 miliardi di token sfruttando una debolezza in un pool di denaro appena posizionato.

Dopo aver scoperto il problema, il gruppo Acala ha rimosso la funzionalità di trading “aUSD emesso in modo errato” che era rimasta sul paracadute di Acala.

Un portafoglio che si pensa appartenga all’hacker contiene ancora circa 1,27 miliardi di aUSD.

Gli investigatori della catena hanno scoperto che l’hacker che ha guadagnato 1,28 miliardi di aUSD non è stato l’unico a sfruttare il problema; numerosi altri individui avrebbero sottratto diverse migliaia di dollari di DOT dal fondo cassa.

L’aUSD, rilasciato all’inizio di quest’anno, ha effettivamente mantenuto il suo soft peg rispetto al dollaro USA fino alla violazione. In seguito alla violazione, il valore di aUSD è sceso da circa 1,03 dollari per ogni moneta a 0,009 dollari.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Non si sa come Acala gestirà il conio errato o se il peg aUSD potrà essere ripristinato.


Polkadot ha investito negli ultimi tre anni, gettando le basi per un ambiente di criptovalute multi-catena in cui coabitano diverse blockchain per servire diversi casi d’uso.

Acala è stata la prima paracadute ad andare online sulla piattaforma, che si autodefinisce “il centro DeFi di Polkadot”.

Acala ha introdotto unUSD a febbraio per funzionare come valuta virtuale predefinita su Polkadot e sulla sua piattaforma, Kusama.

L’introduzione di token con prezzi stabili ha permesso ai sistemi DeFi su altre blockchain, come Ethereum, di prosperare. I prestiti e i mutui, ad esempio, diventano molto più facili da realizzare su una blockchain quando i partecipanti possono dare in garanzia beni meno instabili.