Variant, un fondo di criptovalute, destina 450 milioni di dollari alle iniziative di Web3 e DeFi

In un post sul sito web pubblicato giovedì, Variant, una società di investimento in criptovalute fondata da ex dipendenti di Andreessen Horowitz, ha raccolto 450 milioni di dollari per un nuovo fondo ombrello suddiviso in un fondo di avviamento da 150 milioni di dollari per le iniziative Web3 e un veicolo di possibilità da 300 milioni di dollari che “raddoppierà le iniziative con comprovata locomozione negli investimenti”.


In un periodo di crisi che ha visto gli investimenti in criptovalute scendere del 26% all’anno nella prima metà del 2022, Variant ha lanciato il suo terzo fondo.


Secondo i dati di Crunchbase, i finanziamenti sono scesi a 9,3 miliardi di dollari da un picco di 12,5 miliardi di dollari nello stesso periodo dell’anno precedente.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!


La finanza decentralizzata (DeFi), la tecnologia blockchain, le applicazioni Web3 e nuovi tipi di proprietà decentralizzata sono tra le ipotesi di investimento del Variant Fund III. Per sostenere il nuovo finanziamento, l’azienda ha aumentato il numero dei suoi dipendenti a 15.


La società ha investito in diverse startup, tra cui la rete di contratti intelligenti di sicurezza Aztec Network, la piattaforma DeFi basata su Ethereum Polygon, Uniswap e Euler Finance.
Il Variant Fund III arriva dopo un secondo fondo da 110 milioni di dollari, lanciato a ottobre e seguito di circa un anno da un fondo di lancio da 22,5 milioni di dollari.


I partner di Variant hanno dichiarato nell’articolo che Variant è stata creata per questo momento in cripto.


La dichiarazione afferma che l’azienda è rimasta piccola per un motivo: permette loro di impegnarsi da vicino con il loro portafoglio e di guidare i fondatori mentre prendono le decisioni più cruciali all’inizio del loro percorso. Il lavoro è essenziale come sempre.