Una borsa di criptovalute canadese fa causa ai clienti per la restituzione dei Bitcoin rubati a causa di un malfunzionamento del software

La borsa di criptovalute Coinberry avrebbe citato in giudizio i clienti che hanno approfittato di un difetto del software e hanno ottenuto bitcoin senza pagare.

Coinberry, una rete di scambio di criptovalute certificata, è detenuta da Wonderfi Technologies Inc, un’azienda finanziata dalla star Kevin O’Leary.

Secondo la denuncia, registrata in Ontario a giugno, Coinberry ha involontariamente permesso ai consumatori di acquistare BTC con dollari canadesi che non erano stati adeguatamente spostati nei loro portafogli durante un aggiornamento del software nel 2020.

Secondo la piattaforma, gli utenti potevano lanciare un bonifico elettronico Interac, farsi accreditare i contanti nei loro portafogli Coinberry, acquistare BTC, inviare le monete e terminare il bonifico elettronico iniziale. In questo modo, potevano conservare il loro denaro e ricevere bitcoin gratuitamente.

Prima che la vulnerabilità del software venisse corretta, 546 persone potevano ottenere circa 120 bitcoin senza pagarli, secondo Coinberry. Secondo la denuncia, l’azienda ha contattato via e-mail tutti i 546 utenti registrati interessati e ha chiesto il recupero dei bitcoin rubati.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Secondo la denuncia, Coinberry è riuscita a recuperare circa 37 dei bitcoin sottratti da 270 dei membri registrati colpiti.

Il sito canadese di trading di criptovalute ha dichiarato che diversi consumatori devono ancora recuperare i due terzi dei BTC persi.

La denuncia chiede la restituzione di 63 bitcoin da 50 consumatori diversi, tra cui 9,48 BTC inviati a Binance. Coinberry ha dichiarato che l’elenco dei bitcoin sottratti presentato nella causa non include coloro che hanno prelevato e non hanno ancora restituito somme inferiori a 5.000 dollari, come stimato a maggio 2020.

L’azienda ha inoltre dichiarato che la somma maggiore sottratta e non recuperata è stata di 385.722,31 dollari da parte di due conti sotto le identità di Jordan Steifuk e Connor Heffernan, che in realtà sono una sola persona, secondo gli scambi di criptovalute canadesi.