Tencent ha interrotto la vendita di NFT sul suo mercato Huanhe nonostante le ispezioni legali

A causa di un controllo normativo, la società cinese di social network Tencent Holdings ha messo in pausa la vendita all’asta dei suoi NFT sulla rete Huanhe.

Huanhe è uno dei più grandi mercati cinesi di NFT, con nuovi articoli spesso esauriti subito dopo il rilascio. Come riporta l’agenzia di stampa, Huanhe non venderà più artefatti digitali “a causa dell’aumento della pressione normativa sul business degli NFT in Cina”.

Tencent ha dichiarato in un comunicato che gli attuali possessori di oggetti da collezione saranno liberi di tenere, esporre o chiedere un rimborso per i loro oggetti.

Ha dichiarato che Huanhe sta apportando modifiche al commercio sulla base della valutazione dell’azienda per concentrarsi sulla sua strategia principale.

Tencent si è ritirata dal settore NFT, che è stato oggetto di una maggiore attenzione da parte delle autorità cinesi.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Sebbene si tratti di un mercato puramente speculativo, gli oggetti da collezione virtuali sotto forma di NFT sono cresciuti di recente in popolarità in tutto il mondo.

Il mese scorso, le testate giornalistiche cinesi hanno riferito dell’imminente chiusura di Huanhe. Tencent non ha spiegato cosa ne sarà della società Huanhe nel suo ultimo annuncio.

Dall’ottobre dello scorso anno, le criptovalute sono vietate in Cina. Di conseguenza, negli ultimi anni le aziende tecnologiche cinesi sono state caute con le loro reti NFT. Infatti, la maggior parte di queste reti evita il nome “NFT”. Piuttosto, si riferiscono ad essi come “oggetti da collezione virtuali” per evitare qualsiasi controversia.

Anche a Tencent, con sede a Shenzhen e nota per il suo servizio di messaggistica WeChat e per i suoi servizi di media, giochi e pagamenti mobili, è stato ordinato di eliminare tutte le connessioni agli NFT su Huanhe in ottobre, dopo che enti ufficiali cinesi avevano avvertito che gli NFT venivano utilizzati a fini speculativi.