Progetti per le energie rinnovabili in Europa

Secondo Anna Mascolo, vicepresidente esecutivo di Shell per le soluzioni energetiche emergenti, “Il carburante per l’energia sostenibile svolgerà un ruolo cruciale nel sistema energetico. Questo obiettivo è stato raggiunto e questa iniziativa è fondamentale per far sì che l’idrogeno raggiunga questa promessa”.

L’impianto di elettrolisi avrà una base sulla Tweede Maasvlakte nel porto e sarà in grado di produrre 60.000 kg di idrogeno al giorno.

Il progetto di elettrolisi Holland Hydrogen I da 200 MW, che dovrebbe diventare il più grande impianto di idrogeno rinnovabile in Europa una volta completato nel 2025, ha ricevuto l’approvazione finale di Shell per gli investimenti.

Il governo si è impegnato a rendere operativi almeno cinque diversi impianti SAF nel Paese entro il 2025, come parte dell'”agenda Jet Zero” presentata dal ministero dei Trasporti.  Il Regno Unito ha fissato l’obiettivo di rendere l’industria aeronautica a zero emissioni entro il 2050, rafforzando gli obiettivi precedenti che prevedevano che il Paese soddisfacesse il 10% del consumo di carburante per aerei con combustibili rinnovabili entro la fine del secolo corrente.

Il parco eolico offshore Hollandse Kust Noord da 759 MW, attualmente in costruzione, fornirà l’energia di alimentazione dell’impianto. La concessione di HKN è stata assegnata a Crosswind, un gruppo composto da Shell e dalla società di servizi di Rotterdam Eneco, nell’ambito di un accordo a sovvenzioni zero.

L’obiettivo era quello di rendere l’aviazione e gli aeroporti nazionali del Regno Unito privi di emissioni e di dividendi entro il 2040.

Con un sito di produzione incorporato nella sede di Navigator a Figueira da Foz per generare fino a 40.000 tonnellate all’anno di prodotti sintetici a partire dal 2026, la decisione definitiva di investimento per il progetto da 600 milioni di euro (612 milioni di dollari) è prevista per la metà del 2023.

P2X-Portugal, un impianto di produzione di SAF su scala industriale, sarà sviluppato congiuntamente dalla P2X-Europe di Amburgo e dalla Navigator Company portoghese.