Previsioni sui prezzi dell’oro: XAU/USD rimane in un territorio segnato in vista della politica della Federal Reserve

  • I prezzi dell’oro si muovono avanti e indietro in un range di 4 dollari mentre gli investitori attendono la politica della Federal Reserve.
  • S&P 500 futures have recovered after Tuesday’s losses and could support the risk trend again.
  • I futures dell’S&P 500 si sono ripresi dopo le perdite di martedì e potrebbero sostenere nuovamente la tendenza al rischio.

I prezzi dell’oro hanno segnato il loro territorio e i loro livelli, poiché gli investitori attendono l’annuncio della decisione sui tassi di interesse della Fed per prendere una decisione informata. Il metallo è in asta tra 1.716,00 e 1.720,00 dollari e probabilmente rimarrà in disparte.

Inoltre, il DXY sta ripetendo una struttura di distribuzione delle scorte dopo un leggero miglioramento all’apertura. L’indice del dollaro USA ha affrontato un brusco movimento al rialzo martedì, mentre gli investitori sono diventati cauti in vista del commento del presidente della Federal Reserve Jerome Powell sui tassi di interesse e su ulteriori indicazioni.

L’opzione minacciata di 100 punti base è fuori gioco perché gli indicatori economici degli Stati Uniti non permettono alla Federal Reserve di fare tutto questo. Tuttavia, l’opzione di un aumento dei tassi di 75 punti base è ancora probabile, il che potrebbe portare il tasso di interesse al 2,25% – 2,50%.

Nel frattempo, i futures dello S&P 500 hanno recuperato martedì dopo aver registrato delle perdite. Questo potrebbe sostenere l’asset percepito come rischioso e l’indice del dollaro USA potrebbe mostrare una rottura al ribasso.

Analisi tecnica dell’oro

Su scala oraria, il prezzo dell’oro è in asta in un modello a triangolo ribassista. La linea di tendenza discendente dei modelli di contrazione dell’instabilità è posizionata dal massimo del 22 luglio a 1.739,37 dollari. La linea di tendenza orizzontale è posizionata dal minimo del 22 luglio a 1.712,94 dollari. I prezzi dell’oro sono sovrastati dall’EMA a 20 periodi a 1.718,70 dollari, che segnala un’unione in avanti.