Nonostante i dati sulla crescita economica del Regno Unito siano leggermente migliorati, la sterlina britannica (GBP/USD) non ha reagito positivamente

Dopo una crescita dello 0,4% rivista al ribasso a maggio, l’Office for National Statistics (ONS) ha comunicato oggi che il PIL del Regno Unito è diminuito dello 0,6% a giugno. L’Office for National Statistics riferisce che a causa del Giubileo di Platino e del conseguente spostamento del Bank Holiday di maggio, c’è stato un giorno lavorativo in più a maggio e due in meno a giugno.

Il rialzo della sterlina nei confronti del dollaro è stato di breve durata, dato che ora si è ritirata al di sotto di 1,2200. Il valore della sterlina non si è ripreso dalla candela rialzista di mercoledì, che ha chiuso tra 1,2062 e 1,2278. La sterlina potrebbe fare un’offerta di rialzo, come indicato dall’incrocio rialzista tra la media mobile semplice (SMA) a 20 giorni e la SMA a 50 giorni, anche se il resto del grafico è neutro o ribassista. L’ultimo rapporto sull’umore dei consumatori dell’Università del Michigan è previsto per le 14:00 GMT di oggi e dovrebbe essere il prossimo catalizzatore per il cable.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro per fare pratica nel forex trading

L’andamento del prezzo giornaliero della coppia GBP/USD:
I dati dei trader al dettaglio mostrano che il 66,64% è net long, con un rapporto di 2,50 a 1 tra trader long e short. Le posizioni nette lunghe sono in aumento del 10,26% rispetto a ieri e in calo di 4,81 punti percentuali rispetto alla scorsa settimana, mentre le posizioni corte sono in calo di 9,45 punti percentuali rispetto a ieri e di 5,06 punti percentuali rispetto alla scorsa settimana.

Le posizioni nette lunghe dei trader prevedono ulteriori ribassi del tasso di cambio GBP/USD e la nostra prospettiva contrarian ci porta a concordare. I trader sono più lunghi rispetto a ieri e alla scorsa settimana. Pertanto, l’attuale atteggiamento, combinato con i precedenti spostamenti, ci offre una maggiore inclinazione ribassista nel cambio GBP/USD.