Nomad svela i finanziatori del settore delle criptovalute per il round di finanziamento da 22,4 milioni di dollari

Il protocollo per la messaggistica cross-chain Nomad ha rivelato giovedì che molte figure di spicco del settore delle criptovalute hanno partecipato alla fase di seed da 22,4 milioni di dollari, valutata 225 milioni di dollari quando è stata rivelata per la prima volta in aprile.
 
La divisione di venture capital della borsa di criptovalute Coinbase, il mercato di token non fungibili (NFT) OpenSea, Crypto.com Capital, il market maker di criptovalute Wintermute, la piattaforma di finanza decentralizzata (DeFi) Gnosis e la blockchain Polygon sono stati tra i finanziatori recentemente rivelati. La società di investimenti in criptovalute Polygon ha preso il comando del round.
 
Concentrandosi sulla sicurezza, Nomad consente alle app di trasportare i dati attraverso blockchain e rollup, che sono opzioni di sviluppo della blockchain.
 
Le falle nella sicurezza dei ponti tra catene hanno permesso attacchi importanti e costosi, come l’attacco da 625 milioni di dollari alla rete Ronin di Axie Infinity a marzo.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!
 

Nomad utilizza la verifica ottimistica, che offre a chiunque tenga d’occhio una blockchain una breve finestra per contestare dichiarazioni dubbie sulla catena.
 
Come indicato sul sito del protocollo, i casi d’uso di Nomad includono:

  • I consumatori collegano i token tra le catene.
  • Gli emittenti di attività rilasciano token.
  • Le organizzazioni autonome decentralizzate (DAO) gestiscono le catene trasversali.
  • Gli sviluppatori stanno creando applicazioni cross-chain.

Le blockchain Moonbeam, Evmos e Avalanche, così come la mainnet di Ethereum, hanno Nomad operativo. Una parte del capitale raccolto sarà destinata all’espansione di Nomad in altre catene.
 
Anurag Arjun, cofondatore di Polygon, ha affermato che Nomad ha un potenziale utilizzo al di fuori del token bridging, in quanto offre un quadro di riferimento minimizzato per la trasmissione tra catene.
 
Arjun prevede di assistere alla concretizzazione di alcuni nuovi casi d’uso intriganti sulla catena.