L’Ucraina intensifica i bombardamenti per riconquistare il sud sotto il controllo russo

L’Ucraina ha aumentato i suoi sforzi per riprendersi il sud del Paese controllato dalla Russia, bombardando e isolando le truppe russe in luoghi difficili da rifornire, ma ha detto di aver visto la prova che Mosca stava riarmando le truppe per difendere le terre.

Poco dopo aver iniziato quella che Mosca definisce “un’offensiva speciale di terra” il 24 febbraio, le forze russe hanno invaso la zona meridionale ucraina di Kherson, che confina con la Crimea annessa alla Russia.

Giovedì l’Ucraina, che definisce il comportamento della Russia come una guerra coloniale di tipo imperiale, ha comunicato che i suoi aerei hanno colpito cinque roccaforti russe nei pressi di Kherson e di un’altra città vicina.

Secondo l’intelligence militare britannica che sostiene l’Ucraina, è possibile che le forze ucraine stabiliscano una testa di ponte a sud di un fiume che scorre lungo il confine settentrionale della più ampia regione di Kherson.

“La controffensiva dell’Ucraina a Kherson sta guadagnando slancio”, si legge nel comunicato.

Il ponte Antonivskyi è l’unico ponte che collega la città di Kherson al resto del mondo, ma mercoledì è stato chiuso al traffico a causa di uno sciopero ucraino. La Russia è stata costretta ad avviare una rotta marittima, il cui percorso, secondo la Russia, cambierebbe spesso per motivi di sicurezza.

Il segretario del Consiglio nazionale di sicurezza e difesa ucraino, Oleksiy Danilov, ha scritto su Twitter che la Russia stava concentrando “il maggior numero di soldati” in direzione della regione di Kherson, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Zelenskiy ha previsto che il ponte Antonivskyi sul Dnipro e altri attraversamenti vicini saranno un giorno ricostruiti dall’Ucraina.

Il ponte era noto per essere di grande importanza per il tentativo di offesa dell’Ucraina e per la difesa della Russia, come ha dichiarato un alto dirigente dello Stato Maggiore dell’Ucraina, Oleksiy Gromov.

Inoltre, sono in corso duri combattimenti nell’Ucraina orientale, dove la Russia sta cercando di prendere la gestione dell’industrializzata regione del Donbass.