L’indagine della CBDC in Australia includerà una prova di un anno “di dimensioni limitate” per la moneta virtuale

La Reserve Bank of Australia (RBA) ha lanciato un’iniziativa di ricerca con il Digital Finance Cooperative Research Centre (DFCRC) per studiare nuove applicazioni per un CBDC.


La RBA ha annunciato in una dichiarazione stampa congiunta che la ricerca analizzerà essenzialmente i guadagni e i rischi finanziari della CBDC australiana. La ricerca, della durata di un anno, comprenderà un esperimento CBDC “ristretto” condotto in un'”area recintata”.


La RBA ha osservato che, nell’ambito della sperimentazione, un numero ristretto di persone sarà autorizzato a utilizzare un CBDC che rappresenta un credito legittimo nei confronti del sistema bancario. Gli operatori del settore che desiderano creare applicazioni specifiche per la CBDC possono chiedere di essere scelti come operatori pilota.


La RBA e un’associazione industriale sostenuta dallo Stato studieranno a fondo le conclusioni del progetto. Inoltre, il duo prevede di rilasciare un documento che delinei la strategia e gli obiettivi del programma nei mesi successivi. Fino ad allora, il Tesoro australiano fa parte del gruppo direttivo del programma.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!


Michele Bullock, vicegovernatore della Reserve Bank, ha dichiarato alla ABC News che questo pilota si differenzia da tutti gli altri in quanto il CBDC viene valutato per l’applicazione nel mondo reale e la valuta virtuale ha diritti sulla RBA.


Finora, la RBA ha condotto vari test sui progressi della CBDC. L’anno scorso ha collaborato con i sistemi bancari di Sudafrica, Singapore e Malesia, nonché con la Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI), allo Study Dunbar, un piano per testare gli scenari di utilizzo della CBDC nelle transazioni internazionali.


Il progetto è stato completato all’inizio di quest’anno ed è stato considerato un successo. Per quanto riguarda la fase pilota più recente, Andreas Furche ha dichiarato che la creazione di un CBDC in Australia non è più un problema di fattibilità, ma di massimizzazione dei vantaggi economici.


Le CBDC stanno ricevendo una crescente attenzione anche da parte delle banche centrali di altri Paesi. Nelle ultime settimane le banche centrali di Thailandia, Indonesia e Bangladesh hanno rilasciato dichiarazioni di espansione delle CBDC.