Liberty Oilfield aumenta le flotte e vede crescere la produzione petrolifera nordamericana

Con la ripresa dell’attività petrolifera dovuta alla forza dei prezzi, Liberty Oilfield Services (LBRT.N) ha annunciato mercoledì che aumenterà il numero di flotte per la fratturazione idraulica che gestirà nel gennaio 2023, passando dalla metà degli anni ’30 a una cinquantina.

Entro la fine del 2022, Liberty Energy prevede che la produzione petrolifera statunitense aumenterà di poco meno di 1 milione di barili al giorno, per poi espandersi a un livello analogo nel 2023. Questo potrebbe indicare un cambiamento di tattica rispetto a quella che privilegiava i ritorni degli stakeholder rispetto a uno sviluppo limitato della produzione.

Secondo l’azienda, i produttori di petrolio stanno attualmente “valutando la possibilità di impegnare capitali supplementari in Nord America per espandere la produzione in modo moderato”.

Secondo l’azienda americana, nel corso di una conferenza stampa, il mercato “frac” conta circa 250 flotte e si prevede che ne raggiungerà 275 entro la fine dell’anno.