Le azioni tecnologiche crollano: gli investitori vanno verso le criptovalute?

La scorsa settimana le Big Tech, le più grandi compagnie nel settore tecnologico, hanno fatto registrare un calo notevole. In particolare, è crollata Meta.

La scorsa settimana le Big Tech, le più grandi compagnie nel settore tecnologico, hanno fatto registrare un calo notevole.

In particolare, è crollata Meta, perdendo il 24,56% del suo valore e chiudendo a $ 97,94.

Anche Apple (-3,05%), Microsoft (-1,98%) e Google (-2,34%) sono calati. Il Nasdaq è sceso complessivamente dell’1,6%.

Questo calo generalizzato è arrivato proprio mentre la capitalizzazione delle criptovalute è ritornata sopra $ 1 trilione per la prima volta dopo sei settimane, denotando un leggero ma continuo disallineamento rispetto ai mercati tradizionali.

Molte delle migliori criptovalute sono ancora in calo in questo 2022, ma proprio per questo molti investitori intendono sfruttare i prezzi al ribasso di questi asset.

IMPT – Progetto unico sulla compensazione del carbonio

Uno dei progetti su cui gli investitori si stanno concentrando è IMPT, una criptovaluta ecosostenibile che utilizzerà la tecnologia blockchain per aiutare a combattere il cambiamento climatico.

Attualmente nella seconda fase della sua prevendita, IMPT ha terminato la fase 1 un mese prima della scadenza fissata, raccogliendo 11 milioni di dollari in sole tre settimane.

IMPT intende migliorare il mercato della compensazione delle emissioni di carbonio in due modi: in primo luogo, tokenizzandoli, e quindi consentendo a individui e aziende di scambiarli come un qualsiasi asset. In secondo luogo, consentendo agli acquirenti di guadagnarli quando fanno acquisti.

I crediti di carbonio consentono alle aziende di emettere una certa quantità di gas serra: un credito equivale a una tonnellata di anidride carbonica.

Vai alla prevendita di IMPT 

Trading dei crediti di carbonio

Alcune aziende sono obbligate dai governi a ridurre le loro emissioni di CO2, mentre il mercato del volontariato è attualmente molto piccolo, vale solo 2 miliardi di dollari all’anno, ma Bloomberg stima che possa crescere fino a 100 miliardi di dollari nel 2030.

Grazie a IMPT i crediti di carbonio – che finanziano progetti ecosostenibili nel mondo – diventano asset che tutti possono scambiare.

I crediti di carbonio potranno poi essere ritirati e bruciati, quindi eliminati permanentemente dalla circolazione: l’utente che li brucia riceverà in cambio un NFT che rappresenta un’opera d’arte.

Il mercato della compensazione dei crediti di carbonio è un mercato da sempre opaco e non esente da truffe. Introducendo la blockchain, IMPT porterà una ventata di trasparenza ed efficienza di cui si sentiva il bisogno.

Come guadagnare crediti di carbonio

Il secondo modo in cui gli utenti possono acquisire crediti di carbonio è guadagnarli facendo acquisti.

IMPT ha stretto accordi con oltre 25.000 aziende in tutto il mondo, comprese Amazon, Microsoft e River Island.

Queste aziende si sono impegnate a restituire agli acquirenti token IMPT che possono poi essere riconvertiti in crediti di carbonio.

Gli acquirenti possono selezionare quelle aziende che offrono più token IMPT, e quindi più crediti di carbonio.

Informazioni sulla prevendita di IMPT

Nella seconda fase della prevendita di IMPT in corso in questo momento, i token valgono $ 0,023. Il prezzo aumenterà durante la terza e ultima fase a $ 0,028: un aumento del 55% rispetto alla fase 1 ($ 0,018).

Durante la prevendita verranno messi in vendita in totale 1,8 miliardi (60%) della fornitura massima di 3 miliardi e i token non saranno soggetti a nessun periodo di vesting.

Un altro 10% è andato ai primi investitori, mentre il restante 30% viene diviso tra il team (5%), il marketing (10%) e lo sviluppo del progetto (15%).

Vai alla prevendita di IMPT 

Criptovalute sottovalutate

Il mercato delle criptovalute è calato enormemente nel 2022 e le previsioni a breve termine non sono certo strabilianti. Anzi, diversi analisti prevedono un ulteriore calo da qui alla fine dell’anno.

Tuttavia, il sentiment degli investitori a lungo termine resta bullish: ci sono molti progetti che dovrebbero crescere in modo esponenziale nei prossimi anni.

Sono tante le crypto con un valore intrinseco enorme che daranno una mano a costruire il web3 e a migliorare in pratica la vita dei cittadini.

Bitcoin

Bitcoin (BTC) è la criptovaluta più grande e famosa, ma è in calo del 70% dal suo massimo storico e attualmente vale circa $ 20.500: secondo molti analisti è una criptovaluta sottovalutata.

Ethereum

Ethereum (ETH) è la migliore altcoin per capitalizzazione di mercato ed è stata a lungo una delle preferite dagli investitori in criptovalute.

Nel gergo crypto, si parla di “flippening”, cioè di ether che scalza bitcoin e diventa la regina delle criptovalute.

Con l’avvicinarsi del prossimo halving previsto per l’inizio del 2024, il valore dovrebbe risalire enormemente il prossimo anno.

Per il momento è un’ipotesi molto lontana, mentre è concretissimo il cambiamento che a settembre scorso la blockchain Ethereum ha avuto.

A seguito del “Merge”, la rete è diventata più green del 99,99%. A seguito dell’altro importante update che riguarderà lo sharding e che ci sarà nel 2023, le previsioni Ethereum diventano decisamente bullish.

Vai alla prevendita di IMPT 

I.P.