L’Agenzia Nazionale Anticrimine del Regno Unito ha messo al sicuro 33 milioni di dollari in criptovalute

Questa settimana, la National Crime Agency (NCA) britannica ha pubblicato il suo rapporto annuale per il 2021-22.

Secondo il suo sito ufficiale, la NCA “conduce la battaglia del Regno Unito per ridurre gli atti violenti gravi e organizzati, salvaguardando il pubblico attaccando e cercando i trasgressori della legge che rappresentano la più grande minaccia per il Regno Unito”.

L’NCA ha anche rivelato che tra le proprietà confiscate c’erano 26,894 milioni di sterline in criptovalute.

In confronto, nel 2020-21 non è stata confiscata alcuna criptovaluta. L’organizzazione non ha chiarito quali monete siano state catturate.

Nel documento, la NCA ha anche affermato che “i criminali hanno manipolato in modo crescente gli investimenti in fintech e cripto”, che potrebbero danneggiare “l’economia e le organizzazioni del Regno Unito”.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Secondo Morgan Heavener di Accuracy, la NCA è stata costretta ad agire rapidamente per cercare di fermare l’uso di queste criptovalute nelle frodi economiche.

Ha poi aggiunto che la mancanza di sorveglianza legislativa sulle criptovalute le rende interessanti per i criminali che cercano di spostare denaro in tutto il mondo.

Nel corso del tempo, anche altri responsabili politici britannici si sono occupati delle criptovalute.

A gennaio, 12 agenzie di polizia del Regno Unito hanno dichiarato di aver sequestrato criptovalute per un valore di circa 322 milioni di sterline in casi criminali negli ultimi 5 anni.

La polizia metropolitana britannica ha annunciato nel luglio dello scorso anno di aver preso 180 milioni di sterline in criptovalute nell’ambito di un’indagine per appropriazione indebita di denaro.