La proposta del Senato degli Stati Uniti prevede la supervisione del mercato delle criptovalute da parte della CFTC, ma non in che misura

L’attuale iniziativa legislativa statunitense volta a delegare la maggior parte della governance delle criptovalute alla Commodity Futures Trading Commission (CFTC) gode di un sostegno trasversale.

Tuttavia, offre poco per affrontare la domanda più urgente delle società di criptovalute: Cosa determina se un token è un titolo o un asset?

Il piano della Commissione Agricoltura del Senato obbligherebbe le imprese di criptovalute che scambiano beni digitali, come bitcoin (BTC) ed ether (ETH), a depositare presso la CFTC come autorità primaria, cosa che dirigenti del settore come il cofondatore e CEO di FTX Sam Bankman-Fried applaudono a margine.

Tuttavia, sebbene la legge conferisca alla CFTC una maggiore autorità per controllare i mercati a pronti delle criptovalute, essa dipende dai tribunali e dalla Securities and Exchange Commission (SEC) per definire quali token sono materie prime.

Tuttavia, il presidente della CFTC Rostin Behnman si è battuto per ottenere un’autorità più ampia per la supervisione dei mercati spot delle materie prime digitali, dove gli asset vengono scambiati direttamente.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

La proposta di legge, in base alla formulazione, conferirebbe tale potere. Alla CFTC verrebbe conferito “il potere esclusivo su qualsiasi conto, contratto o transazione che coinvolga la negoziazione di materie prime virtuali”.

Behnam ha elogiato i parlamentari per i loro sforzi “mirati”.

Non ha menzionato la nuova autorità sostanziale della CFTC sul mercato monetario, che rappresenterebbe la prima incursione della società in un settore particolare.

Le misure più recenti fanno parte di una tendenza del Congresso.

Esistono idee trasversali per il controllo delle monete stableco con valore nominale negli Stati Uniti e una legislazione che affronta diversi dei principali problemi fiscali del settore delle criptovalute.

Tuttavia, tutti i provvedimenti subiscono ritardi a causa delle imminenti vacanze legislative estive e delle elezioni di midterm.