In vista del rapporto sui Nonfarm Payrolls di oggi, l’S&P 500 mantiene il suo rimbalzo nonostante i crescenti venti contrari

Dopo una certa debolezza iniziale, l’S&P 500 ha recuperato per terminare la sessione di contanti in rialzo dello 0,30%. I futures prevedono un avvio lento dell’attività oggi. La posizione aggressiva della Federal Reserve e le deboli prospettive economiche della Cina sembrano smorzare le aspettative di crescita globale.


Nel corso della notte, il presidente della Federal Reserve di Atlanta Raphael Bostic ha aggiunto alla sua interpretazione da falco che “quando si riduce la domanda, questo comporta un potenziale rallentamento dell’economia”. Ha anche usato la parola “R”. I rendimenti dei Treasury a 2 anni sono ancora ai massimi da 15 anni, intorno al 3,50%.

Poiché la politica del caso zero Covid-19 non è stata allentata, la città cinese di Chengdu è stata chiusa. La siccità e la mancanza di energia elettrica hanno colpito la metropoli di 21 milioni di abitanti nella provincia del Sichuan.

Il timore diffuso che una politica monetaria più restrittiva possa ostacolare l’attività economica ha contribuito a un notevole calo del prezzo dei metalli industriali.

Sia il CSI 300 cinese che l’Hang Seng di Hong Kong sono scesi. Il Nikkei 225 in Giappone è in rosso, mentre l’australiano S&P/ASX 200 è in rialzo dello 0,1%.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro per fare pratica nel forex trading

I contratti per la consegna futura del greggio sono aumentati oggi in previsione di una conferenza che si terrà la prossima settimana tra l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio e altri Paesi produttori di petrolio. Per evitare ulteriori cali dei prezzi, il cartello sta pensando di ridurre la produzione. Il prezzo del barile di WTI è superiore a 88,00 dollari, mentre il barile di Brent è vicino a 94,05 dollari.

Pur essendo sceso verso la chiusura nordamericana, l’oro si è mantenuto stabile oggi a circa 1.700 dollari.

Ad eccezione del dollaro neozelandese, i mercati valutari sono rimasti calmi fino a venerdì. Il calo dei dati sulle ragioni di scambio è stato un ulteriore colpo per la valuta legata alla crescita. Il valore del dollaro USA nel suo complesso è persistentemente vicino ai massimi storici.

Oggi gli investitori seguiranno con attenzione le statistiche sui salari non agricoli degli Stati Uniti. Seguiranno i rapporti sugli ordini di fabbrica e sulla spedizione di articoli di lunga durata.

Dopo aver toccato un minimo di 3903 dollari ieri, potremmo trovare un potenziale supporto tra questa linea di tendenza e i due minimi precedenti a 3903. Gli acquirenti potrebbero incontrare i venditori a 4080, 4110 e 4202 in rialzo.