Il valore dello yen giapponese è diminuito rispetto al dollaro USA, poiché Powell ha confermato ulteriori aumenti dei tassi di interesse

Dopo che venerdì il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha espresso la posizione aggressiva del consiglio della banca centrale, il valore dello yen giapponese è sceso. A seguito del discorso tenuto al simposio di Jackson Hole, il valore del dollaro statunitense è aumentato.

Il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è salito leggermente durante il discorso e si è mantenuto alto per l’inizio della settimana. Inoltre, la differenza dei tassi d’interesse del dollaro americano influisce su qualsiasi altra coppia di valute, ma la coppia USD/JPY ne risente più di altre.

La curva dei rendimenti dei titoli di Stato giapponesi (JGB) è stata deliberatamente compressa dalla Banca del Giappone (BOJ), che si è impegnata a mantenere una politica monetaria facile. Mantenendo i tassi bassi, un ulteriore deprezzamento dello yen potrebbe derivare dal ritorno del carry trade.

Le uniche grandi banche centrali che non sono in fase di inasprimento sono la Bank of Japan e la People’s Bank of China (PBOC). I livelli di inflazione più alti degli ultimi 40 anni hanno provocato aumenti in altri Paesi.

L’indice dei prezzi al consumo di agosto a Tokyo è stato pubblicato venerdì e ha battuto le previsioni. L’IPC core annuale si è attestato al 2,6%, superando le previsioni del 2,5%. L’indice nazionale dei prezzi al consumo sarà pubblicato tra tre settimane, e il numero di Tokyo potrebbe aver dato un’idea di cosa aspettarsi. Se è alto, gli investitori potrebbero iniziare a dubitare dell’impegno della BOJ.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro per fare pratica nel forex trading

Analisi tecnica FX: USD/JPY

Il tasso di cambio USD/JPY potrebbe raggiungere un massimo di 24 anni a 139,39 a luglio. È possibile che questo livello, insieme al vicino massimo di 138,88, funga da barriera.

La scorsa settimana si è formato un Golden Cross quando la media mobile semplice (SMA) a 10 giorni ha incrociato le SMA a 34 e 55 giorni. Se così fosse, potrebbe indicare che la pressione d’acquisto sta aumentando.

Quando il prezzo si trova al di sopra della SMA a breve termine, la SMA per quel lasso di tempo è anche al di sopra della SMA a medio termine e la SMA a medio termine è anche al di sopra della SMA a lungo termine, si forma una TMA rialzista. Inoltre, è necessario un gradiente positivo per tutte le SMA.

Le condizioni per la formazione di un TMA sono soddisfatte quando si utilizzano quattro delle medie mobili semplici a 10, 34, 55 o 100 giorni.

L’area tra le medie mobili semplici (SMA) a 34 e 55 giorni di 135,57 potrebbe fornire un supporto. La regione tra 131,25 e 131,75, che contiene molti punti di rottura e precedenti minimi, potrebbe fornire un supporto se i prezzi scendono.