Il Tesoro degli Stati Uniti chiarisce come rispettare le leggi su Tornado Cash, un fornitore di criptovalute sottoposto a sanzioni

Martedì scorso, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha risposto a diverse domande comuni riguardanti la società di miscelazione di criptovalute vietata Tornado Cash. L’OFAC ha bandito la rete basata su Ethereum l’8 agosto e ha vietato ai cittadini statunitensi di “partecipare a qualsiasi commercio con Tornado Cash o con i suoi beni o diritti di proprietà limitati”. Una delle preoccupazioni è come concludere le transazioni con Tornado Cash iniziate prima della sanzione. Per condurre scambi o ritirare criptovalute senza violare le leggi sulle sanzioni degli Stati Uniti.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Secondo il Dipartimento del Tesoro, i cittadini statunitensi o gli individui che eseguono operazioni sotto l’autorità degli Stati Uniti possono richiedere all’OFAC un’autorizzazione speciale per partecipare a transazioni che utilizzano la relativa moneta digitale. L’OFAC non darà priorità ad azioni contro tali individui statunitensi per la presentazione tardiva delle dichiarazioni di divieto iniziali e delle future relazioni annuali sulle proprietà vietate. Il Tesoro ha sottolineato che “agli individui statunitensi è vietato partecipare alle attività di Tornado Cash, come l’utilizzo degli indirizzi dei portafogli di moneta digitale forniti dall’OFAC”. L’agenzia ha però chiarito che non è vietato trattare con software open-source in un modo che non includa un’operazione illegale con Tornado Cash.

Dopo la sospensione di Tornado Cash, Coin Center, un’organizzazione no-profit specializzata in problemi di politica delle criptovalute, ha dichiarato che l’OFAC ha superato la sua giurisdizione legale.