Il FTSE 100 resta indietro, il DAX 40 cerca di raggiungere un nuovo massimo

I futures sul Dax hanno recuperato un po’ dal recente calo. Tuttavia, il FTSE 100 è rimasto indietro.

I futures sul 40 tedesco sono scesi a luglio a causa della crisi petrolifera che ha pesato sulla maggiore economia europea, trovando alla fine un supporto a 12.367 circa.

Anche il forte dollaro statunitense, sostenuto da una Federal Reserve attiva, ha rappresentato un chiaro stimolo per l’attività dei prezzi.

Poiché il trend negativo continua, 12.930 è ancora un livello di supporto chiave, mentre 13.289 è il punto di resistenza (livelli di Fibonacci del movimento gennaio-luglio 2022).

Mentre il MACD (media mobile di convergenza/divergenza) sul grafico a otto ore minaccia di attraversare la linea dello zero, un rimbalzo dal livello psicologico cruciale di 13.000 potrebbe portare a un retest di 13.289 (il movimento del 23,6% del rialzo del 2022). Ciò indica che la tendenza negativa potrebbe perdere slancio, nonostante il continuo dominio della tendenza al ribasso.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro per fare pratica nel forex trading

Eventi nei prezzi del FTSE 100

Il FTSE UK 100 ha toccato il fondo intorno a 7.388, grazie al supporto della media mobile a 200 giorni (M.A.).

A 7.325, la media mobile a 50 giorni fornisce un ulteriore supporto e il MACD ha superato lo zero, confermando ulteriormente il trend rialzista del mercato.

Le azioni del Regno Unito sono ancora in ribasso, poiché l’indice FTSE 100 non è riuscito a superare il massimo di giugno di 7.646,77, nonostante un’oscillazione dei prezzi piuttosto ampia nei due mesi precedenti.

Su un orizzonte temporale più breve, gli orsi hanno ritestato il livello di supporto di Fibonacci del 61,8% a 7.343, dopo un rimbalzo dal livello di resistenza di 7.580. La media mobile 50 funge da barriera sotto 7.492 mentre il MACD si avvicina alla linea dello zero.