I prezzi odierni dell’oro e dell’argento sono ai livelli più bassi degli ultimi due mesi, o quasi.

Nonostante il trend globale negativo per i metalli preziosi, i prezzi dell’argento e dell’oro sono rimasti bassi oggi sul mercato indiano. Mentre l’argento è crollato ai minimi pluriennali di 52,395 al kg sul MCX, i futures del metallo giallo sono attualmente scesi dello 0,4% per avvicinarsi ai minimi di due mesi di 50,200 per 10 grammi. L’oro ha toccato un minimo di sei settimane sui mercati internazionali a causa della forza del dollaro USA. L’indice del dollaro è salito dello 0,29% a 108,983 mentre il prezzo dell’oro è sceso dello 0,3% a 1.706,31 dollari l’oncia. Partendo dal presupposto che la Federal Reserve statunitense manterrà il suo approccio politico forte, i rendimenti obbligazionari statunitensi sono anch’essi aumentati.

Sebbene il deposito di lingotti non redditizi sia spesso considerato una protezione contro l’inflazione, l’aumento dei tassi d’interesse aumenta il costo economico di tale operazione e rafforza la valuta.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare CFD Trading>>>è gratis

“Nonostante i dati economici contrastanti, l’oro è vicino ai minimi di sei settimane, in un contesto di guadagni continui della valuta statunitense e dei rendimenti obbligazionari a causa dei commenti da falco dei membri della Fed. Le preoccupazioni sullo stato dell’economia cinese, che potrebbero ostacolare la domanda dei consumatori, sono un altro fattore che incide sul prezzo. I deflussi dagli ETF rivelano inoltre il calo di entusiasmo degli investitori. L’oro è sceso significativamente dal suo recente picco ed è ora vicino alla barriera cruciale dei $1700/oz. Tuttavia, a meno che la valuta statunitense come dollaro e i costi di finanziamento non subiscano una correzione significativa, la debolezza potrebbe continuare”, ha dichiarato Ravindra Rao, vicepresidente di Kotak Securities e responsabile della ricerca sulle materie prime.

L’interesse degli investitori è rimasto basso nonostante il recente calo dei prezzi dell’oro. Il più grande fondo di mercato aurifero del mondo, SPDR Gold Trust, ha riferito che le sue partecipazioni sono diminuite dello 0,3% a 973,37 tonnellate mercoledì.

Tra gli altri metalli rari, l’argento a pronti è sceso dello 0,8% a 17,83 dollari per oncia nelle borse internazionali dopo aver toccato un minimo di oltre due anni.