Crollo FTX, la versione (e le scuse) di Sam Bankman-Fried

Il 10 novembre il CEO di FTX, l’exchange nell’occhio del ciclone, ha twittato per spiegare il suo punto di vista e si scusa con gli investitori.

Il 10 novembre il CEO di FTX, l’exchange nell’occhio del ciclone, ha postato una serie di tweet in cui spiega il suo punto di vista sulla vicenda e si scusa con gli investitori riconoscendo i suoi errori e ribadendo la volontà di agire nel loro interesse.

Fatti salienti:

  • Il thread composto da 22 tweet inizia con: “I’m sorry. That’s the biggest thing. I f***** up, and should have done better”. SBF si scuserà più volte per la ca***ta fatta.
  • Il tweet arriva dopo la ripresa delle transazioni sull’exchange. In questo momento sono ancora sospesi i prelievi e FTX consiglia vivamente di non effettuare depositi. I depositi per TRX, BTT, JST, SUN e HT sono disabilitati.
  • Sam Bankman-Fried, SBF, ha confessato che avrebbe dovuto spiegare meglio la situazione negli ultimi giorni, ma ha anche chiarito che non poteva dire molto pubblicamente durante i colloqui sul possibile accordo con Binance.
  • SBF pensava che FTX avesse una liquidità in dollari pari a 24x la media dei prelievi giornalieri, mentre in realtà l’exchange ne aveva per 0,8x rispetto ai 5 miliardi di dollari prelevati domenica.
  • L’ex miliardario (SBF ha perso quasi tutta la sua fortuna in un solo giorno, un vero record!) ha affermato che diversi investitori stanno valutando una possibile acquisizione di FTX. SBF promette che “ogni centesimo” rimasto, compreso il collaterale, andrà agli utenti.
  • SBF fa notare che il crollo è relativo solo a FTX International, non a FTX US, cioè il ramo della società che riguarda gli utenti americani che rimane liquido al 100% con possibilità di effettuare prelievi.
  • Dai tweet di SBF traspare una malcelata tensione con Changpeng Zhao (CZ), CEO di Binance: “In futuro parlerò di un mio sparring partner, per così dire. Per ora posso solo dire: bravo, hai vinto.”
  • CZ era apparso come un salvatore, annunciando che avrebbe rilevato l’exchange concorrente in enorme difficoltà ma con una clamorosa giravolta si è tirato indietro circa 24 ore dopo l’annuncio.
  • In questo stesso lasso di tempo il token FTT ha perso circa l’80% del suo valore, Bitcoin è sceso ai minimi da due anni, la capitalizzazione di mercato del settore crypto ha perso il 20%.

Criptovalute immuni al bear market e al crollo di FTX

Il bear market di quest’anno sembra non risparmiare nessuno e il recente crollo di FTX non fa che peggiorare il quadro. In realtà nel mercato crypto ci sono delle realtà che sembrano totalmente immuni a quello che sta succedendo intorno a loro.

Dash 2 Trade

Dash 2 Trade è una nuova piattaforma realizzata da trader esperti che si rivolge a trader e investitori offrendo una suite completa di strumenti per migliorare e rendere più profittevole il trading di criptovalute.

La piattaforma include tool innovativi come l’analisi del sentiment sui social (Twitter e Reddit) in relazione a una specifica criptovaluta: un’analisi che può aiutare il trader a capire meglio se una criptovaluta è di tendenza o no, soprattutto nel breve termine.

Altra funzionalità interessante è il punteggio attribuito alle crypto appena uscite in procinto di essere listate sugli exchange: il trader potrà capire subito, per esempio, se dietro una coin si può nascondere una truffa.

Non mancano segnali di trading, trading automatizzato e tanti altri strumenti. In questo momento D2T, il token nativo necessario per accedere a questi servizi, è in prevendita e il suo valore aumenterà man mano che la prevendita avanza. La prevendita va avanti a gonfie vele, come se il bear market e la crisi post FTX non esistessero. Sono numerose le guide che spiegano come comprare il token Dash 2 Trade.

Scopri la prevendita di Dash 2 Trade

IMPT

Altro progetto che sembra infischiarsene del bear market è Impact Project, token IMPT, un protocollo rivoluzionario perché introduce la blockchain nel mercato dei crediti di carbonioportando trasparenza ed efficienza, eliminando opacità e possibili frodi, non rare in questo settore.

Il merito più grande di IMPT è avvicinare aziende e individui a questo mercato che attualmente è farraginoso e non invoglia all’utilizzo. Con IMPT non solo sarà più facile accedere, ma i soggetti che aderiranno potranno guadagnarci.

Senza contare il beneficio apportato all’ambiente: i crediti di carbonio (che corrispondono a CO2) vengono tokenizzati, trasformati in NFT e quindi possono essere scambiati e poi bruciati, il che si traduce nell’eliminazione reale di anidride carbonica dall’atmosfera.

IMPT collabora con oltre 25.000 partner commerciali in tutto il mondo che si sono impegnati a devolvere parte del ricavato in iniziative ecosostenibili e a restituire ai clienti un cashback in token IMPT.

Il token è attualmente in prevendita e anche in questo caso il suo valore aumenterà man mano che la prevendita avanza. Scopri come comprare IMPT.

Calvaria 

Per chi ama i giochi blockchain, Calvaria, uno degli ultimi arrivati nel settore, è da tenere assolutamente in considerazione.

È un gioco strategico con carte da battaglia in formato NFT che possono essere potenziate nel corso del gioco, oppure sostituite con altre più performanti.

Si tratta di un play to earn, quindi i giocatori ricevono delle ricompense man mano che ottengono risultati. Tali ricompense sono elargite nel token nativo del progetto. Ce ne sono due in realtà: RIA e eRIA. Il token può essere messo in stake per avere un’altra fonte di reddito passivo.

RIA è in prevendita in questo momento: chi è interessato al progetto dovrebbe agire adesso prima che il valore del token aumenti. Ecco come investire in Calvaria.

I.P.