Craig Wright ha fornito “prove false” e subirà perdite per una sterlina britannica

Secondo il giudice dell’Alta Corte del Regno Unito Martin Chamberlain, Craig Wright, il ricercatore australiano che professa di essere il creatore di Bitcoin Satoshi Nakamoto, è stato giudicato colpevole di aver usato prove false nella sua azione diffamatoria contro Peter McCormack.

Nonostante abbia stabilito che le parole di McCormack hanno arrecato un “grave danno” al nome di Wright, il giudice ha riconosciuto a Wright solo una modesta perdita di una sterlina britannica.

Chamberlain, al contrario, riteneva che Wright avesse fatto delle affermazioni volutamente false sulla negazione della conferenza.

Di conseguenza, il giudice ha stabilito che il riconoscimento di una sola sterlina era “ingiusto”.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

In un messaggio pubblicato dai suoi avvocati, Wright ha dichiarato di voler appellare le sentenze negative del verdetto in cui la sua testimonianza è stata evidentemente male interpretata.
Craig Wright è stato coinvolto in una serie di controversie legali per le sue affermazioni di essere il creatore della rete Bitcoin.

Nessuno sa chi sia Satoshi Nakamoto, che ha pubblicato il libro bianco sul Bitcoin nel 2008 e l’edizione iniziale del programma l’anno successivo.

Negli anni successivi, è scomparso dal quartiere, lasciando morire le tracce della sua vera identità.