Bits Crypto raccoglie 1,2 milioni di dollari per supportare le transazioni progressive in criptovaluta

Bits Crypto, un’azienda fintech, ha acquisito 1,2 milioni di dollari in finanziamenti pre-seed per sviluppare il suo software mobile per gli investimenti in criptovalute.


HOF Capital, che ha investito in aziende come Kraken, Stripe e MoonPay, ha guidato il round, ha annunciato martedì la società.


Bits consente ai consumatori di depositare automaticamente i propri spiccioli in criptovalute attraverso il sistema di accumulo dei dollari.


La differenza tra il pagamento con carta di credito di ogni partecipante e il dollaro successivo viene investita in criptovalute.


Come il network finanziario Acorns, che investe autonomamente in un pool di titoli azionari, Bits si rivolge ai clienti che desiderano calcolare la media dei costi in dollari nel tempo per creare una collezione di asset in criptovalute.


La media del costo del dollaro è un metodo con cui i trader investono in materie prime con piccoli incrementi nel tempo. Può essere vantaggioso per chi vuole estendere il proprio patrimonio e potenzialmente ottenere rendimenti maggiori rispetto a un investimento unico e completo.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!


Nick Bembenek ha dichiarato a CoinDesk che gli utenti devono prima scaricare l’applicazione e collegare le loro carte di credito per iniziare a investire. Quindi selezionano un pacchetto di valute, fino a un massimo di 3, per ripartire i loro investimenti.


I clienti investono regolarmente e il denaro risparmiato, arrotondato al dollaro, viene inserito nell’applicazione ad ogni attività. Il denaro viene investito tra i secchi in incrementi di 25 dollari per evitare i prezzi elevati della benzina.


Bits consente inoltre ai clienti di impostare investimenti automatici su base regolare, settimanale o mensile.


Le funzioni di criptovaluta sono disponibili presso società finanziarie come Robinhood e Cash App.
Tuttavia, queste richiedono l’utilizzo delle carte di pagamento native dei sistemi.


Bits intende rilasciare la sua applicazione al pubblico a settembre.


Entro l’inizio del 2023, il team intende creare un portafoglio Bits completamente decentralizzato, con custodia on-chain.