Ankr lancia il Token-Staking Toolbox per i gruppi di cacciatori di rendimenti

Ankr, fornitore di tecnologia crittografica, ha pubblicato una serie di kit di sviluppo software (SDK) che consentono alle aziende di fornire token staking e yield farming ai consumatori delle loro iniziative e servizi.


Inizialmente, gli SDK saranno disponibili sulle piattaforme Avalanche, Polygon, Fantom, Ethereum e BNB Chain.


Gli sviluppatori possono permettere ai consumatori di puntare le monete e ricevere incentivi per un token di liquid staking.


Il liquid staking consente agli utenti di trarre profitto dai loro token congelati generando nuovi token con lo stesso valore di quelli congelati.


In questo modo si libera liquidità e si rendono tali merci più interessanti per i clienti.


Lido, un’azienda che si occupa di ether-staking, ha 6,2 miliardi di dollari di valore congelato.


Procedure popolari, come Compound e Aave, forniscono rendimenti annualizzati che vanno dal 3% al 10%.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!


Oltre 86 miliardi di dollari in bitcoin sono stati investiti in iniziative di finanza decentralizzata (DeFi) su diverse blockchain.


I sistemi creano i loro token frequentemente venduti sul mercato aperto con decine di miliardi di dollari di valutazione totale.


Il set di strumenti di staking si collega al sistema di staking di Ankr, che assegna le monete ai verificatori e conia nuove monete di staking liquide per i conti privati di staking. Questi ultimi possono poi utilizzarli per incrementare le entrate su altri siti DeFi.


Ankr sosterrà gli sviluppatori per una parte dei costi di staking per la fornitura degli SDK.


Il reddito generato dallo staking di Ankr sarà distribuito in parte con tutte le puntate dei token Ankr una volta che lo staking di Ankr sarà disponibile in agosto.


L’agricoltura dei rendimenti e la valutazione bloccata sulle iniziative della DeFi hanno raggiunto il massimo nel novembre 2021, quando circa 230 miliardi di dollari sono stati congelati su diversi protocolli.


Secondo DeFi Llama, questa cifra è scesa di oltre il 62% a causa del calo del mercato complessivo delle criptovalute.