Andy Home: Nonostante la nuova crisi, la Cina aumenta le importazioni di rame

A giugno la Cina ha acquistato 373.000 tonnellate metriche di rame raffinato, il massimo finora registrato quest’anno. Il totale delle importazioni per la prima metà dell’anno ammonta a 1,87 milioni di tonnellate, con un incremento del 4,4% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Nonostante la ripresa della domanda di rame raffinato, le materie prime disponibili sono ancora molte.

Inoltre, le importazioni di concentrato minerario sono aumentate dell’8,6% nel corso della prima metà dell’anno. Il flusso di rottami di rame è aumentato del 7,3%.

L’aumento del fabbisogno di rame importato dal Paese è in contrasto con il quadro generale di stallo della produzione manifatturiera cinese e con la persistente debolezza del cruciale settore delle costruzioni.

Tuttavia, tutti i microindicatori cinesi indicano un’attuale carenza di rame nel Paese.

Nonostante l’effetto Yo-Yo, le importazioni di raffinati sono stabili
Quasi 50.000 tonnellate di metallo di origine cinese hanno incrementato le importazioni di rame di giugno.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare CFD Trading sull’oro>>>è gratis

Ciò dimostra un enorme trasferimento dai magazzini doganali, forse una “riesportazione” di rame dall’inizio dell’anno.

Le spedizioni da gennaio a giugno sono aumentate del 27% rispetto all’anno precedente, raggiungendo le 167.000 tonnellate. I produttori che sono stati in grado di aggirare la tassa sulle esportazioni raffinate della Cina, pagando il pedaggio per il concentrato importato, potrebbero aver trasportato solo una parte di questo metallo fino a un magazzino doganale.


Anche con il movimento a yo-yo definito dalle tasse nei dati principali, la richiesta netta della Cina di rame raffinato dal resto del mondo è aumentata del 2,6% nella prima metà del 2021.

Di fatto, le importazioni nette di 1,70 milioni di tonnellate per tutto l’anno sono state il totale più alto del primo semestre di tutti i cinque anni precedenti, a parte il 2020, quando le importazioni di rame raffinato hanno battuto tutti i record precedenti.