Fermato nuovamente a Monza, 33enne irregolare portato al Cpr di Torino per l’espulsione

Fermato in una piazza centrale del capoluogo brianzolo è stato trovato in possesso di sostanza stupefacente ("per uso personale", ha detto) e di arnesi da scasso
Monza Polizia di Stato
Monza Polizia di Stato

Fermato mercoledì 21 dicembre in una delle piazze centrali di Monza e trovato in possesso di sostanza stupefacente (“per uso personale”, ha detto) e di arnesi da scasso, un 33enne di nazionalità marocchina, già noto per reati inerenti gli stupefacenti e responsabile di altri reati di natura predatoria, su disposizione del Questore Marco Odorisio è stato collocato al Centro permanenza rimpatri di Torino in vista dell’espulsione dall’Italia.

Monza, espulso nel 2018 e rientrato clandestinamente dopo pochi mesi

L’uomo, “giunto in Italia clandestinamente nel 2014 – dicono dalla Questura monzese – da subito si è reso responsabile di reati inerenti agli stupefacenti per i quali è stato condannato“. Espulso dal territorio nazionale nel 2018: “era riuscito a rientrare sempre clandestinamente dopo pochi mesi, motivo per cui è stato arrestato“.

Monza, il 33enne messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione

Dopo la denuncia, mercoledì, è stato messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per l’adozione del provvedimento amministrativo con il quale il Questore, Marco Odorisio ha disposto il trattenimento del 33enne presso il CPR di Torino, ove è stato accompagnato da personale della Questura.