Fotogallery

I tre progetti finalisti del concorso di idee per riqualificare il centro di Lissone

  • Sabato 18 Maggio 2019

«Agorà in libertà», «Tamam» e «Una linea è un punto che è andato a fare una passeggiata»: sono questi, elencati in rigoroso ordine alfabetico di “motto” e non per graduatoria di merito, i tre progetti finalisti del Concorso di idee per la riqualificazione urbana del Centro storico e di Piazza Libertà. La fase partecipativa per la riqualificazione urbana del Centro storico e di Piazza Libertà entra nella sua fase decisiva.

Una linea è un punto che è andato a fare una passeggiata” di S.B. Architetti-Studio Bargone (architetto Federico Bargone) di Roma- Foligno, con architetti Francesco Bartolucci, Enrico Auletta e Gianluca Pelizzi.

Una linea è un punto che è andato a fare una passeggiata” di S.B. Architetti-Studio Bargone (architetto Federico Bargone) di Roma- Foligno, con architetti Francesco Bartolucci, Enrico Auletta e Gianluca Pelizzi.

Una linea è un punto che è andato a fare una passeggiata” di S.B. Architetti-Studio Bargone (architetto Federico Bargone) di Roma- Foligno, con architetti Francesco Bartolucci, Enrico Auletta e Gianluca Pelizzi.

Una linea è un punto che è andato a fare una passeggiata” di S.B. Architetti-Studio Bargone (architetto Federico Bargone) di Roma- Foligno, con architetti Francesco Bartolucci, Enrico Auletta e Gianluca Pelizzi.

“Tamam” di SBG architetti (architetto Sergio Gianoli) di Milano (collaborazione di Ivano Fiamma e Margarita Petrova)

“Tamam” di SBG architetti (architetto Sergio Gianoli) di Milano (collaborazione di Ivano Fiamma e Margarita Petrova)

“Tamam” di SBG architetti (architetto Sergio Gianoli) di Milano (collaborazione di Ivano Fiamma e Margarita Petrova)

“Tamam” di SBG architetti (architetto Sergio Gianoli) di Milano (collaborazione di Ivano Fiamma e Margarita Petrova)

“Agorà in libertà” dell’architetto Stefano Moscatelli di Cantù con gli architetti Giorgio Arosio, Alessio Brambilla, Barbara Cavalieri e Matteo Moscatelli (collaborazione di Martina Balzoni, Giorgia Galli e Andrea Mancini)

“Agorà in libertà” dell’architetto Stefano Moscatelli di Cantù con gli architetti Giorgio Arosio, Alessio Brambilla, Barbara Cavalieri e Matteo Moscatelli (collaborazione di Martina Balzoni, Giorgia Galli e Andrea Mancini)

“Agorà in libertà” dell’architetto Stefano Moscatelli di Cantù con gli architetti Giorgio Arosio, Alessio Brambilla, Barbara Cavalieri e Matteo Moscatelli (collaborazione di Martina Balzoni, Giorgia Galli e Andrea Mancini)

“Agorà in libertà” dell’architetto Stefano Moscatelli di Cantù con gli architetti Giorgio Arosio, Alessio Brambilla, Barbara Cavalieri e Matteo Moscatelli (collaborazione di Martina Balzoni, Giorgia Galli e Andrea Mancini)