West Side Story

Regia: Steven Spielberg

Genere: Musical

Anno: 2021

Con: Ansel Elgort, Rachel Zegler, Maddie Ziegler, Rita Moreno, Corey Stoll, Brian d'Arcy James, Ana Isabelle, Reginald L. Barnes, Mike Faist, David Alvarez, Jamila Velazquez, Sean Jones, Patrick Higgins, Ben Cook, Ricardo Zayas

Adattamento del musical del 1957 e preceduto dalla versione cinematografica datata 1961, vincitrice di 10 premi Oscar, il film di Spielberg racconta la storia delle feroci rivalità e dei giovani amori nella New York del 1957. Da un lato la gang dei Jets dall’altro quella degli Sharks. Nel mezzo della lotta tra figli di immigrati italiani o placchi contro i nuovi arrivati portoricani ci sono Tony e Maria. Come Romeo e Giulietta i due dovranno combattere per il loro amore, ostacolato da odio, rivalità e razzismo, un clima che non risparmia il tragico finale. LA SQUADRA CREATIVA unisce il meglio di Broadway e Hollywood, includendo Tony Kushner, che è anche il produttore esecutivo; il vincitore del Tony Award® Justin Peck, che ha ideato le coreografie del film; il celebre direttore d’orchestra della Los Angeles Philharmonic e vincitore del GRAMMY Award® Gustavo Dudamel; il compositore e direttore d’orchestra candidato all’Academy Award® David Newman (Anastasia), che ha composto la colonna sonora; la compositrice vincitrice del Tony Award® Jeanine Tesori (Fun Home, Thoroughly Modern Millie), che ha supervisionato il cast per le parti cantate; e il music supervisor candidato al Grammy® Matt Sullivan (La Bella e la Bestia, Chicago), produttore esecutivo delle musiche del film. NOTE DI REGIA “Si tratta probabilmente del film più arduo della mia carriera. West Side Story vanta quella che è forse la più grande partitura musicale mai scritta per il teatro e ognuno di noi ne è assolutamente consapevole”, afferma Steven Spielberg. “Prendere un capolavoro e rivisitarlo da un'altra prospettiva e con un'altra sensibilità, senza compromettere l'integrità di quella che è generalmente considerata la più grande partitura musicale mai scritta per il teatro, era piuttosto spaventoso. Ma sono convinto che le grandi storie debbano essere raccontate all'infinito, in parte anche per rispecchiare prospettive e periodi storici differenti”. “Adoro il film originale diretto da Robert Wise insieme a Jerome Robbins. Wise è stato un mio carissimo amico per molti anni e ho parlato del film con lui fino alla nausea. E Walter Mirisch, il produttore di West Side Story [1961], è un altro mio carissimo amico che mi ha raccontato tantissime storie grandiose sulla realizzazione del film”. “Devi continuamente giustificarti con te stesso per aver voluto affrontare un'opera che è considerata quasi sacra. Tutti noi lo abbiamo fatto. Sapevamo che si trattava di un'impresa davvero rischiosa. Ma tutte le persone coinvolte si sono avvicinate a questo progetto con incredibile amore e rispetto, quasi venerazione, nei confronti dello spettacolo e dei suoi leggendari creatori. Ma sapevamo anche di dover realizzare un film adatto ai nostri tempi, con una comprensione contemporanea e valori contemporanei con cui siamo tutti d’accordo”. “La cosa più bella di questa storia è che, indipendentemente dai cambiamenti che avvengono nel mondo, ci offre lezioni universali. È una storia che cattura il pubblico da decenni, perché non è semplicemente una storia d'amore, ma anche un lavoro culturalmente significativo con una premessa centrale (ossia che l'amore può sconfiggere il pregiudizio e l'intolleranza) che non ha perso significato nel corso del tempo”. “West Side Story ha un significato importantissimo per tantissime persone e sono emozionato di poterlo riportare nuovamente in vita e condividerlo con un nuovo pubblico”.