Mercoledì 23 Settembre 2015

"Di padre in figlio" per gestire il passaggio generazionale

Gestire il passaggio generazionale senza compromettere i risultati dell’azienda. È un passaggio di consegne che spesso avviene in modo traumatico quello tra padre e figli e che, in alcuni casi, rischia di compromettere seriamente la sopravvivenza dell’impresa. Ecco allora perché la Camera di Commercio di Monza e Brianza e la Camera di Commercio di Milano, il CERIF – Centro di Ricerca sulle Imprese di Famiglia hanno aperto le candidature all’edizione 2015 del Premio “Di Padre in Figlio - il gusto di fare impresa”, per il miglior passaggio generazionale. In sostanza si tratta di un prestigioso riconoscimento dedicato agli imprenditori italiani che hanno saputo gestire al meglio il passaggio generazionale avendo avuto la capacità, l’attenzione e la dedizione nel proseguire e valorizzare l’operato dei propri genitori nella guida operativa e strategica dell’impresa di famiglia, garantendone il successo e la continuità.

Il premio, giunto quest’anno alla sesta edizione, è promosso anche da N+1 con il supporto di Borsa Italiana e il contributo di Banca Albertini SYZ & C., Deloitte, il fondo internazionale di private equity H.I.G. Capital e lo Studio Legale LCA.

Possono essere candidati gli imprenditori a capo di aziende, almeno alla seconda generazione, con sede legale in Italia e che abbiano un fatturato superiore a 10 milioni di euro.

La premiazione si terrà a Milano, il 28 novembre 2015, presso la sede di Borsa Italiana: le aziende vincitrici saranno scelte da una giuria indipendente, costituita da esponenti e professionisti del panorama economico, finanziario e istituzionale italiano. La valutazione verrà effettuata sulla base delle capacità operative degli imprenditori che sono subentrati ai genitori nella guida dell’impresa familiare. Le candidature dovranno pervenire alla Segreteria del Premio entro il 15 settembre, presso N+1 Syz 02.63671602 [email protected].

 

L.Sca.

di Luca Scarpetta

© riproduzione riservata