A Mezzago torna il labirinto nel mais: passeggiate ed eventi per tutta l’estate
Il labirinto di mais di Mezzago nel 2016 (Foto by Gabriele Galbiati)

A Mezzago torna il labirinto nel mais: passeggiate ed eventi per tutta l’estate

VIDEO - Dopo il successo della prima edizione, torna il labirinto di Mezzago: un campo di mais, un’opera d’arte, un luogo unico. Ci sono un nuovo disegno, un drago di verdure, tanti appuntamenti. Inaugurazione l’1 luglio.

Dopo il successo della prima edizione, torna il labirinto di Mezzago. Cos’è? Prima di tutto è un campo di mais, poi un’opera d’arte, infine un luogo dove poter usufruire dei prodotti della natura, di poesia, spettacolo, cielo stellato, musica e compagnia.

Mezzago offre la possibilità di “perdersi e ritrovarsi”, come dice la presentazione, nel labirinto di mais di oltre 4 chilometri realizzato dall’artista Maria Mesch e promosso da Pro Loco Mezzago. Un’opera che per l’edizione 2017 si presenta con un nuovo disegno che, dopo una prima parte più semplice, si sviluppa in sentieri sempre più complicati - “inizialmente rotondeggianti e curveggianti, diventano geometrici e con diagonali sparse” – fino al “drago delle verdure”, il gran finale, adatto soprattutto a chi si è allenato l’anno scorso. I sentieri sono pensati e differenziati per difficoltà, per chi si perde ci saranno 4 luoghi contrassegnati da trovare (e la collocazione delle isole colorate cambierà ogni due settimane). E poi le stanze lungo il percorso destinate a ospitare concerti, feste, letture, cacce al tesoro, installazioni, improvvisazioni, passeggiate con l’autore, osservazione delle stelle e molto altro. Un’entrata separata con il suo sentiero porterà direttamente all’isola grande (12 metri di diametro) dedicata a concerti ed eventi.

Il labirinto di mais di Mezzago nel 2016

Il labirinto di mais di Mezzago nel 2016
(Foto by Gabriele Galbiati)

L’inaugurazione è in programma l’1 luglio, il labirinto poi proporrà svago e relax per tutta l’estate fino alla fine di agosto (e oltre, dipende dal tempo).

«Un labirinto senza Minotauro al centro – spiega Mesch - un giardino errante, inteso e disegnato come spazio temporaneo molteplice che accoglie le proposte e favorisce la ricerca e la realizzazione di idee inedite. Un labirinto che possa essere anche luogo di creazione e di stimolo per progetti nuovi».

Oltre a essere un’installazione di land art, lo spazio vuole presentarsi come meta di condivisione e socialità e per questo è stato allestito un calendario di eventi di lungo tutta l’estate.


Apertura - Nel giorno dell’inaugurazione alle 18 sarà possibile godere di musica disseminata nel labirinto, con la partecipazione di Marco Colombo (chitarra classica), Alessandro Baldrighi (violino) e gli allievi dell’Accademia di Musica Alberto Mozzati: Bianca Brambilla (violino), Giusy Fabiano (violino), Salvatore Scibetta (sassofono).

Per le 21 è prevista l’osservazione del cielo stellato con il gruppo Astrofili di Villasanta e i loro telescopi, con la possibilità di vedere da vicino Luna, Giove, Saturno, le costellazioni estive e la Via Lattea. Verranno inoltre letti brani, poesie e miti relativi al cielo e alla luna. Domenica 2 luglio alle 20 Improvincia presenta M.A.I.S., incredibili games e una storia da togliere il fiato

Info - Passati i primi due giorni speciali, il labirinto è aperto giovedì e venerdì dalle 17 al tramonto, sabato e domenica dalle 11 al tramonto (ultimo ingresso 40 minuti prima del tramonto). Alcuni eventi sono su prenotazione, informazioni aggiornate sulla pagina Facebook del Labirinto (vai) e sul sito Pro Loco (vai).

(*ha collaborato Camilla Secchi, istituto Mosè Bianchi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare