Stop al fumo all’omnicomprensivo di Vimercate: due dirigenti dicono no
Vimercate, studenti dell’omnicomprensivo - foto d’archivio (Foto by Redazione online)

Stop al fumo all’omnicomprensivo di Vimercate: due dirigenti dicono no

Il pugno duro contro il fumo messo in campo all’omnicomprensivo di Vimercate dagli istituti Einstein e Vanoni, col divieto di uscire all’intervallo, non è condiviso dai dirigenti scolastici dei vicini Floriani e Banfi.

Il pugno duro contro il fumo messo in campo all’omnicomprensivo di Vimercate dagli istituti Einstein e Vanoni non è condiviso dal dirigente scolastico del vicino Floriani, Daniele Zangheri, e dal collega del liceo Banfi, Giancarlo Sala. La linea scelta dalle presidi Mariella Rauseo del Vanoni e Antonella Limonta dell’Einstein di non far uscire all’intervallo i ragazzi nel cortile della scuola, per evitare che si accendano una sigaretta, non trova il parere favorevole dei responsabili degli altri due plessi di via Adda.

Dall’inizio dell’anno scolastico, con l’arrivo della nuova dirigente, agli studenti del Vanoni è vietato fumare all’interno dei locali scolastici e nelle pertinenze dell’istituto ovvero lungo i vialetti e gli spazi verdi dell’omnicomprensivo fuori dai plessi. Per fare rispettare il divieto, ai ragazzi non è appunto consentito di uscire durante l’intervallo. Una regola che esiste da anni e che era già fatta rispettare all’Einstein.

«I ragazzi sei ore di lezione senza fumare non li reggerebbero - ha affermato Sala - È vero che esiste un regolamento, ma è molto complicato riuscire a ottemperarlo. Se non facessi uscire i ragazzi all’intervallo, li troverei in bagno ad accendersi la sigaretta e avrei i non fumatori che andrebbero ai servizi 10 minuti prima della pausa di metà mattina. L’unica alternativa che cerchiamo di attuare è far fumare gli studenti nel parcheggio interno dell’omni, che non è da considerarsi pertinenza degli istituti. Non vedo altre strade possibili se non sensibilizzare i ragazzi con incontri mirati a non fumare anche per una questione di salute, che già mettiamo in campo da diversi anni».

Sulla stessa linea di pensiero Zangheri. «Innanzitutto i nostri studenti sono suddivisi tra la sede centrale di via Cremagnani e la succursale di via Adda - ha affermato il dirigente scolastico - In più all’omni occupiamo sei diverse palazzine e non si può pensare di avere un controllo così ferreo sugli alunni, anche da parte dei docenti o del personale scolastico, che talvolta fumano anche loro».

Eppure il regolamento del polo scolastico vimercatese impone che non si fumi lungo i vialetti e nei giardini esterni ai plessi e Rauseo e Limonta lo applicano alla lettera. In sostanza 2.500 studenti non toccheranno il tabacco per tutto l’anno se non all’entrata e all’uscita di scuola, mentre altri 1.500 compagni potranno ancora fumare anche nelle aree agli altri vietate.

Nei primi due giorni di scuola al Vanoni erano stati multati tre studenti trasgressori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA