Monza: vedono i ladri sul loro balcone, li cacciano a pugni

Monza: vedono i ladri sul loro balcone, li cacciano a pugni

Una sera come tante a San Rocco, a Monza: mentre la famiglia sta per sedersi a tavola, padre e figlio vedono delle ombre sul balcone. Sono ladri. Non ci pensano due volte e li affrontano a suon di pugni.

Stavano per sedersi a tavola a cenare quando improvvisamente hanno intravisto sul balcone due ombre. Si trattava di due ladri. Ma invece di chiamare le forze dell’ordine, come si deve sempre fare in questi casi, hanno tentato di allontanarli da soli. Uno degli sconosciuti si è preso un pugno in faccia ma è riuscito ugualmente a scappare. Hanno rischiato grosso ma, fortunatamente, la vicenda è finita senza conseguenze.

Il fatto è accaduto settimana scorsa, nel cuore di San Rocco. Una tranquilla serata di relax in famiglia dopo una giornata di lavoro quando, improvvisamente, i padroni di casa, padre e figlio, intravedono sul balcone del secondo piano due sconosciuti, evidentemente dei ladri intenzionati a entrare nella abitazione.

La reazione di entrambi è stata identica e immediata. Mentre i due uomini tentavano di intrufolarsi nella casa, padre e figlio hanno reagito, rincorrendoli. Uno dei due furfanti è riuscito a dileguarsi al di là della ferrovia, mentre il secondo è stato raggiunto dal giovane che gli ha sferrato un pugno in pieno volto, non riuscendo comunque a fermarlo.

Una vicenda che ha fatto immediatamente il giro del rione, riportando alta l’attenzione sul problema dei furti nelle abitazioni. E a proposito di chi si fa giustizia da solo, proprio nei giorni scorsi la Regione Lombardia ha approvato un progetto di legge per pagare le spese legali dei cittadini che vengono accusati di eccesso di legittima difesa. Un provvedimento che prende le mosse dal caso del benzinaio veneto, Graziano Stacchio, che ha sparato a un nomade che stava depredando una gioielleria vicina al suo distributore, uccidendolo.

Nei piani della giunta guidata da Maroni, previsto lo stanziamento di un milione di euro per contrastare la criminalità e diffondere la cultura della legalità (un quarto per assistenza e aiuto alle vittime dei reati di stampo mafioso e della criminalità organizzata). Nel”pacchetto”, il patrocinio per coloro che sono accusati di un delitto per essersi difesi: a disposizione 50mila euro. L’iniziativa dovrà ora essere votata dal Consiglio regionale.

«Abbiamo fatto il far west ma ormai per difendersi occorre fare così»: emulatori di Stacchio anche a Oderzo, Treviso, dove lunedì notte i residenti hanno sparato otto colpi in aria usando fucili da caccia e a pompa per allontanare dei ladri da una abitazione. «Almeno quelle persone sanno che accoglienza li aspetta se dovessero decidere di tornare. Perché qui non sono graditi» ha detto uno dei “cow boy”. Un gesto a loro dire dettato dalla esasperazione dopo una decina di furti a altrettante abitazioni, nella campagna. «I carabinieri fanno quel che possono, ma non basta» dicono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare