Monza e Brianza, le scuole superiori ripartono: centinaia di migliaia di euro spesi per gli istituti dalla Provincia
Monza Istituto Mose Bianchi (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza e Brianza, le scuole superiori ripartono: centinaia di migliaia di euro spesi per gli istituti dalla Provincia

Pioggia di lavori nelle scuole superiori della Brianza prima dell’avvio delle lezioni: ecco la lista degli interventi realizzati. Sono 7.500 i nuovi studenti degli istituti.

Sono 6.200 i nuovi studenti delle scuole superiori della Brianza, divisi in 250 classi, ai quali si aggiungono i 1.300 iscritti nei centri di formazione professionale. È la radiografia fatta dalla Provincia di Monza alla vigilia della riprese delle lezioni. «Siamo riusciti a garantire il regolare avvio dell’anno scolastico in tutti i nostri istituti – assicura il vice presidente Roberto Invernizzi – E nonostante le ben note difficoltà finanziarie abbiamo completato un buon numero di interventi di manutenzione nei nostri plessi».

Intanto Monza, dove sono stati realizzati 34mila euro di interventi di manutenzione elettrica al centro scolastico superiore, compresi i laboratori di informatica e chimica del Frisi e l’illuminazione esterna. Alla sede distaccata del Mosè Bianchi in via Tomaso Grossi altri lavori di adeguamento degli spazi per 12mila euro. All’Istituto Mapelli 20mila euro sono stati destinati al ripristino della copertura della palestra e 8mila alla manutenzione all’impianto elettrico.

In Brianza budget ricco per sostituire il velario di copertura dell’auditorium e dell’ingresso al liceo Marie Curie di Meda, con una spesa di 90mila euro, mentre ne sono stati investiti 95mila al Leonardo da Vinci di Carate Brianza per impermeabilizzare la palestra, ai quali vanno aggiunti 20mila euro usati per l’impianto idraulico della biblioteca. All’Istituto Primo Levi di Seregno lavori di ripristino del pallone tensostatico esterno per 20mila euro e rifatti gli impianti elettrici dei laboratori per geometri e Informatica per 11mila euro. Al Fermi di Desio ripristinata la copertura in lamiera nella zona scala e palestra per 10mila euro, sistemate aule al secondo piano per 20mila, interventi all’impianto elettrico per 18mila euro. Altri lavori elettrici sono stati eseguiti anche all’ITC Majorana di Desio e al IIS Modigliani di Giussano e all’Istituto Gandhi di Besana Brianza.

E ancora Lissone, dove all’Europa Unita è stato realizzato un nuovo laboratorio di informatica con 8mila euro, mentre a Limbiate sono stati spesi 52mila euro per la copertura dei laboratori e altri lavori di manutenzione.

“La complessa situazione dell’Omnicomprensivo di Vimercate è stata oggetto di numerosi confronti con i Comuni, i Dirigenti Scolastici e i Comitati di genitori e studenti - scrive la Provincia - . Così, anche grazie al lavoro dei Consiglieri Provinciali Giovanna Amodio e Sergio Cazzaniga, è stata condivisa una short list di priorità: i 220.000 euro stanziati dai Comuni sono stati investiti dagli uffici della Provincia per la manutenzione delle coperture, le pavimentazioni sportive, la sostituzione dei serramenti interni e il ripristino dell’impianto di sorveglianza”.

Sempre a Vimercate 10mila euro per un laboratorio di robotica all’Einstein e 32mila per interventi elettrici e idraulici al Floriani.

La Provincia ha investito anche 30mila euro per gli impianti fotovoltaici del Mosè Bianchi e del Frisi di Monza, del Centro Scolastico di Seregno e del Majorana di Cesano Maderno.

Infine gli arredi: via Grigna ha speso 50mila euro per comprare 845 banchi e 1.055 sedie nuove per gli studenti, che sono in distribuzione in questi giorni presso i vari istituti, oltre a 26 cattedre per gli insegnanti: andranno a Monza, Giussano, Besana Brianza, Seregno, Cesano Maderno e Meda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA