Guida col cellulare, non si ferma all’alt e provoca incidente in tangenziale est a Vimercate: arrestata e condannata
La tangenziale est a Vimercate

Guida col cellulare, non si ferma all’alt e provoca incidente in tangenziale est a Vimercate: arrestata e condannata

Sapeva di essere stata sorpresa dai carabinieri al volante con il cellulare in mano e, invece di fermarsi all’alt, ha premuto il piede sull’acceleratore: ingaggiando un inseguimento sulla tangenziale est, provocando un incidente con un ferito a Vimercate e finendo in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. È stata condannata a un anno.

Sapeva di essere stata sorpresa dai carabinieri al volante con il cellulare in mano e, invece di fermarsi all’alt, ha premuto il piede sull’acceleratore: ingaggiando un inseguimento in tangenziale, provocando un incidente e finendo in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Processata per direttissima nella giornata del 25 luglio è stata condannata a un anno di reclusione, pena sospesa.
In aula la donna si è mostrata molto dispiaciuta, rivelando di aver reagito così perché senza assicurazione dell’auto. Ha negato la circostanza dell’uso del cellulare, confermata da parte dei carabinieri.

Tutto è successo nella serata di lunedì 24 luglio nel Vimercatese, lei è una donna di 41 anni di origine calabrese residente a Osnago.

LEGGI Sicurezza in auto: giro di vite per chi guida con lo smartphone, attenzione ai ciclisti e alla sicurezza dei bambini

I carabinieri l’hanno intercettata ad Agrate Brianza e, quando non si è fermata, l’hanno seguita fino in tangenziale. “Sapevo di essere stata vista alla guida con il cellulare in mano”, avrebbe detto più tardi.
In fuga in direzione nord, verso Lecco. All’altezza dell’uscita per Vimercate è finita contro un altro veicolo condotto da una 53enne di Usmate Velate, rimasta ferita: trasportata in codice giallo all’ospedale San Gerardo di Monza è stata poi dimessa con dieci giorni di prognosi.

La 41enne invece ha rifiutato il trasporto in ospedale, in attesa di affrontare il processo fissato già per la mattina successiva.

(*notizia aggiornata alle 12.50 di martedì 25 luglio 2017)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare