Due cani e un gregge di pecore e capre senza acqua né ripari a Besana: intervengono Ats e Enpa
Il gregge di Besana Brianza

Due cani e un gregge di pecore e capre senza acqua né ripari a Besana: intervengono Ats e Enpa

Enpa e Ats (ex Asl) a Besana Brianza per salvare due cani e un gregge di pecore e capre che vivevano senza cure, cibo e acqua in un terreno. I cani sono stati sequestrati, il proprietario denunciato.

Due cani malnutriti, ammalati, legati alla catena e pieni di pulci. Un gregge di pecore e capre senza un riparo e senza niente da bere nonostante l’afa delle ultime settimane. Sono le ragioni che hanno spinto il nucleo antimaltrattamento dell’Enpa Monza e Brianza a intervenire in un terreno di Besana, sequestrando almeno i due cani e presentando una denuncia penale nei confronti del proprietario.

I cani erano «legati alla catena, uno di loro deambulava a stento e non riusciva nemmeno a uscire dalla cuccia, era scheletrico e si presentava in pessime condizioni, con vaste zone sprovviste di pelo probabilmente per infestazione da pulci» scrive l’Enpa dopo l’intervento, realizzato con la centrale dell’Ats (ex Asl). «Vicino a loro nessuna traccia di acqua né di cibo, i ripari di fortuna erano una casetta da bambini e una cuccia di cemento, entrambe esposte alle intemperie e in quel momento sotto il sole rovente». I due animali, uno solo dei quali era regolarmente registrato, sono ora al canile Fusi di Lissone.

Uno dei due cani sequestrati

Uno dei due cani sequestrati

Più complessa la gestione delle pecore e delle capre, «che all’arrivo del veterinario Ats erano liberi nel prato perché nel frattempo era arrivato del personale extracomunitario incaricato di gestire il gregge in sostituzione del proprietario. Attualmente sono in corso altre indagini per valutare il da farsi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA