Christian Abbiati torna a Monza per la Run for Life nel parco
L’ex portiere del Milan Christian Abbiati con Beatrice Di Virgilio e Fabio Latella, direttore commerciale del Cittadino (Foto by Fabrizio Radaelli)

Christian Abbiati torna a Monza per la Run for Life nel parco

LEGGI Come iscriversi - C’è anche l’ex portiere del Milan Christian Abbiati tra sostenitori della Run for Life che si corre al parco di Monza il 5 marzo. Una corsa non competitiva di 5 e 10 chilometri per promuovere la cultura della parità di genere e del rispetto reciproco.

«Nessun dubbio: appena mi è stato proposto, ho deciso di accettare». Ci sarà anche Christian Abbiati al parco di Monza domenica 5 marzo, quando si correrà la “Run for Life”.

L’ex portiere del Milan, con la concessionaria Gate 32 Harley Davidson di Milano, sarà il main sponsor della manifestazione finalizzata a promuovere la cultura della parità di genere. Lo si farà in nome del rispetto reciproco attraverso uno degli sport più diffusi e praticati: la corsa. A organizzare la marcia non competitiva da 5 e da 10 chilometri SocialTime onlus, L’Arte di Amarsi e il Salto asd.

LEGGI “Run for life” nel Parco di Monza: appuntamento il 5 marzo

«In una settimana tutta al femminile, a pochi giorni dalla festa della donna – ha spiegato Beatrice Di Virgilio, una delle organizzatrici - ci rivolgiamo ad ambo i sessi per promuovere il rispetto reciproco come condizione necessaria per una convivenza civile, in una società dove le diversità devono essere fonte di ricchezza e crescita».

«Si tratta di valori importanti – ha aggiunto Abbiati – che condivido in pieno. Mi piaceva anche l’idea di accostare il brand Harley Davidson a un’idea diversa, di protezione. È sbagliato immaginare i biker solo come “rudi e cattivi”».

Abbiati si prepara, così, a tornare a Monza. «In questa città conservo tanti ricordi sportivi – ha raccontato – ho iniziato a fare carriera con il Monza, quando avevo diciannove anni. Posso dirlo: da quel campo è iniziata la mia avventura nel mondo del calcio».

Prima di approdare al Milan, dove ha debuttato in serie A nel 1999, ha militato per diverso tempo nella compagine monzese nel 1994-95 e nel 1996-98. All’epoca Abbiati abitava in centro, nei pressi di piazza Trento e Trieste: «I ricordi sono tanti, come le “vasche” all’ombra del duomo e dell’arengario e gli spostamenti rigorosamente in motorino per andare a Milano».

La collaborazione tra l’ex portiere e la “Run for life” è solo agli inizi, ha anticipato Di Virgilio. «Della violenza di genere bisognerebbe iniziare a parlare in maniera differente – ha aggiunto Abbiati – Basta concentrarsi sugli atti in sé e sugli episodi che troppo di frequente capitano. Mi immedesimo facilmente perché ho una figlia di 17 anni: quando esce, sono in pensiero per lei. Ora, però, è necessario puntare l’attenzione anche sulle pene che spettano a chi fa violenza. Usare la conoscenza come deterrente».

Le prime iscrizioni alla manifestazione sono già arrivate, non solo da Monza e Brianza, ma anche da Cremona e da Torino.

Parte del ricavato sarà devoluto ad associazioni che si occupano di emergenza: per scegliere quella a cui devolvere una percentuale del contributo d’iscrizione, basta apporre una X sul modulo di iscrizione. È possibile scegliere tra White Mathilda, City Angels, Croce rossa, Emegency, Alessio Tavecchio onlus e Mi diras Nur.

© RIPRODUZIONE RISERVATA