Bovisio Masciago, la velostazione è sempre aperta e i ladri di biciclette ne approfittano
Bovisio Masciago, il cancello sempre aperto della velostazione (Foto by Fabio Cavallari)

Bovisio Masciago, la velostazione è sempre aperta e i ladri di biciclette ne approfittano

A Cesano Maderno c’è ma non la usa nessuno, a Bovisio Masciago è sempre aperta ed è diventata un obiettivo per i ladri. Tempi duri per le velostazioni della Briazna e per i ciclisti: a Bovisio registrata un’impennata di furti.

Avrebbe dovuto risolvere gran parte dei problemi dei pendolari che si recano in stazione a Bovisio Masciago in bicicletta ma, a tre anni giusti dalla sua inaugurazione, l’efficacia della velostazione sembra, almeno temporaneamente, essere venuta meno.
Il cancello d’ingresso al parcheggio coperto riservato alle bici in teoria si dovrebbe aprire solo dopo il passaggio della carta regionale dei servizi nell’apposito lettore, ma in realtà le cose sono molto diverse da un paio di mesi a questa parte.

LEGGI Cesano Maderno: la velostazione c’è, ma pochi la usano e le bici stanno in strada

La porta in ferro è perennemente aperta e addirittura, per evitare che si chiuda, è legata con un lucchetto alla recinzione che divide il parcheggio dalla banchina. Un vero e proprio controsenso che ha determinato un’impennata di furti di biciclette. Visto che solo in pochi presentano denuncia, è difficile avere una statistica certa ma la situazione sembra essere tornata quella di qualche anno fa. Si tratta una circostanza temporanea causata dai lavori del nuovo sottopasso.

«La velostazione – rassicura Luca Tomaino, assessore alla Mobilità – tornerà a funzionare perfettamente nel giro di un paio di settimane. Se durante il cantiere non era accessibile, ad opera conclusa non abbiamo potuto riattivare il cancello per un problema elettrico. Avevamo chiesto a Ferrovie Nord di mettere l’interruttore di corrente nel loro locale contatori, distante una ventina di metri, ma queste, dopo qualche settimana, ci hanno detto che non era possibile per cui metteremo in atto una soluzione alternativa creando un collegamento elettrico di un centinaio di metri senza andare a scavare lungo la carreggiata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare