A Monza tornano gli appendini solidali e i cappotti gratis per chi ne ha bisogno
monza salvagente iniziativa cappotti (Foto by Redazione online)

A Monza tornano gli appendini solidali e i cappotti gratis per chi ne ha bisogno

Stanno per tornare a Monza gli appendini solidali per lo scambio gratuito di cappotti e giacche invernali destinati a chi ne ha bisogno. Dopo il successo raccolto lo scorso anno tra cittadini e commercianti, è l’iniziativa “Dona & ricevi un cappotto” promossa dall’associazione Salvagente.

Dopo il successo raccolto lo scorso anno tra cittadini e commercianti, torna a Monza anche questo inverno l’iniziativa “Dona & ricevi un cappotto”, promossa dall’associazione Salvagente.

LEGGI Anche a Monza lo scambio dei cappotti (gratis) per chi ne ha bisogno (gennaio 2017)
LEGGI Monza fa scuola in Italia: dai cappotti solidali al no alle pellicce (febbraio 2017)

L’idea era nata quasi per caso, una risposta immediata per rispondere al bisogno urgente di chi si trova a dover affrontare l’inverno e ha bisogno di qualcosa con cui ripararsi, giacche, sciarpe e cappelli. A donare gli indumenti caldi e persino coperte erano stati i cittadini che volontariamente avevano riempito gli appendiabiti solidali. Un’iniziativa durata per tutto l’inverno che ha aiutato decine di bisognosi, che liberamente potevano avvicinarsi e prendere il cappotto di cui avevano bisogno.

Il progetto, rilanciato da Salvagente anche per questo inverno, prenderà il via dalla prossima settimana.

«Abbiamo già contattato alcuni commercianti - spiegano dall’associazione – stiamo però cercando attività e negozi, bar e locali disposti a ospitare fuori dalle loro vetrine le grucce con gli abiti per o scambio dei cappotti».

La prima adesione è arrivata da Asciuttissimi di via Amati. L’appello è dunque rivolto a tutti. Chiunque fosse interessato per dare la propria disponibilità o per maggiori informazioni può contattare l’indirizzo mail: presidente(at)salvagenteitalia.org. Presto sulla pagina Facebook di Salvagente saranno indicati gli indirizzi dei primi negozi a cui ci si potrà rivolgere per lasciare il proprio cappotto in dono e per prenderne uno in caso di bisogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA