Buonanotte

L’ultimo pensiero prima di spegnere la luce. O il primo dopo averla spenta

(facebook.com/mario.schiani - twitter: @MarioSchiani)

di Mario Schiani
1-15 su 1627 elementi trovati.
Lunedì 24 luglio 2017

Il viaggio nel tempo

Ho avuto alcune ragioni, in questi giorni, per tornare con la memoria al (mio) passato. Non vi annoierò né con le ragioni né con il passato di cui sopra. Tanto ricordare mi ha portato piuttosto a riflettere sulla memoria stessa, un concetto evidente e misterioso insieme, cosicché uno scienziato pot ...

Continua ...
Sabato 22 luglio 2017

Il dolore al mittente

Cerco di non perdere mai di vista la missione di servizio pubblico che, come è evidente, permea tutta questa rubrica e vi propongo oggi il punto della situazione circa la prolungata quanto sanguinosa battaglia che oppone gli uomini alle donne. “Guerra dei sessi” potremmo chiamarla, oppure, se preferite qualcosa di pi ...

Continua ...
Venerdì 30 giugno 2017

La guardia spergiurata

Vero è che in questo Paese l’iniziativa privata non è mai tutelata. Leggiamo dall’Ansa quanto accaduto in provincia di Benevento: “Un vigilante pur di uscire dal lavoro precario e ottenere un posto fisso ha inscenato un falso gesto eroico: è successo nel Sannio dove l’uomo ha sparato sul suo giubbino ...

Continua ...
Giovedì 29 giugno 2017

La figlia del bikini

In questi giorni in cui il tempo si comporta da calzino - rovesciandosi più volte nel giro di poche ore - qualcuno resiste indomito e rifiuta di passare ogni momento dalla maglietta all’impermeabile, dal prendisole al maglioncino. Per questo qualcuno (o qualcuna?) non c’è che un capo d’abbigliamento possibile: il ...

Continua ...
Lunedì 26 giugno 2017

Il tetto che non scotta

So bene che tanti, troppi pensieri affollano la nostra testa e so anche che non bisognerebbe affannarsi a inseguirli tutti. Selezione all’ingresso e all’uscita: questa la politica migliore per garantirsi serenità mentale. Epperò quando si legge, come si legge, che il tetto del nuovo negozio Apple di Chicago ...

Continua ...
Giovedì 22 giugno 2017

Buone e cattive

Una delle obiezioni che più spesso vengono mosse a chi lavora nei media suona più o meno così: “Perché scrivete soltanto cattive notizie? Fate sembrare il mondo una tragica discarica”. Due le risposte più frequenti offerte dalla categoria: 1) il mondo è, in effetti, una tragica discarica, 2) in un certo ...

Continua ...
Martedì 20 giugno 2017

Sempre burattinai

Il quotidiano The Guardian ha dedicato un lungo, lunghissimo articolo a Donald Trump e Rupert Murdoch. Sappiamo tutti chi sono costoro: uno è il presidente degli Stati Uniti, mentre l’altro è potente sul serio.

Essendo un giornale progressista, The Guardian non ama Trump e Murdoch. Non li ama separatamente e non ...

Continua ...
Lunedì 05 giugno 2017

Pensiero debole

Un bel sabato sera, non vi pare? A Londra hanno avuto un attentato vero (anzi, peggio di un attentato: terrore puro iniettato nelle vene della metropoli) che ha fatto sette morti. A Torino l’attentato ce lo siamo fatti da soli, innescando una molotov di stupidità, disordine e nervi tesi ...

Continua ...
Giovedì 01 giugno 2017

Consigli allo stupido

C omprendo perfettamente che l’adolescenza è quella stagione della vita in cui si vuol fare l’esatto contrario di ciò che dicono i genitori, gli insegnanti e in generale tutte le figure d’autorità (specie se indossano un cardigan). Comprendo anche che l’adolescenza è anche la stagione della vita in ...

Continua ...
Lunedì 29 maggio 2017

Messaggi in bottiglia

Ridicolo e terrificante insieme. Nei giorni scorsi i media hanno descritto le conseguenze dell'attentato di Manchester. Niente di strano, in questo. Quel che sorprenderà è che non solo hanno descritto ciò che è accaduto ma anche, e con dovizia di particolari, ciò che non è accaduto.

Lo rivela un'inchiesta del Guardian ...

Continua ...
Sabato 27 maggio 2017

La voce del reporter

Ha fatto (più volte) il giro del mondo il video un cui si vede il presidente degli Stati Uniti spinger via il primo ministro del Montenegro, al vertice Nato, come fosse un'indesiderata bottiglia di amaro. A Trump è stato del bullo di periferia (da non confondere con il bullo del ...

Continua ...
Martedì 23 maggio 2017

Fine del sogno

A commentare la notizia dal punto di vista economico e finanziario non mi ci provo neanche. Se poi guardo il fondo del mio portamonete - dove si nascondono anche una graffetta e un punto della raccolta premi Esselunga 2014 - capisco bene le ragioni di chi propone la soluzione drastica. Che sarebbe ...

Continua ...
Lunedì 22 maggio 2017

La faccina dal giudice

Non mi considero un analfabeta speciale: anch'io, spesso, uso le emoticon, in aggiunta alle parole, per esprimere i concetti che mi stanno a cuore. Lo faccio solo nel contesto che ritengo appropriato: i messaggi sms, quelli WhatsApp e, qualche volta, le email. In sintesi, tutti quei sistemi di veloce ...

Continua ...
Venerdì 19 maggio 2017

L’uomo radiatore

Il genere umano, lo sanno tutti, si divide in tre categorie: 1) gli uomini, 2) le donne, 3) quelli che mettono la foto della propria automobile come profilo Facebook.

Ecco. Tutto quel che so è che oggi volevo aprire la rubrica con questa frase (devo confessarlo: suonava meglio nella mia testa ...

Continua ...
Martedì 16 maggio 2017

Gaffe presunta

Nulla possono gli scandali, a niente servono gli appelli più altisonanti e i gesti generosi: l’orgoglio italiano è duro a risvegliarsi. Per la verità un sistema sicuro per scuoterlo c’é: fargli notare che uno straniero - meglio se inglese - ha preso in giro un connazionale.

Ecco dunque che, ieri, è bastato un ...

Continua ...
1-15 su 1627 elementi trovati.